Lo spazio e il bambino: scelte e sensazioni

Da tempo il Montessori è entrato a far parte della nostra quotidianità di famiglia, esattamente da quando è nato Pietro.  Se ripenso adesso a cosa ci ha spinti ad essere una famiglia montessoriana…beh, credo proprio che sia stato il nostro bambino, con i suoi occhi curiosi e il suo sguardo interessato. E’ sempre stato lui a farci capire quale proposta lo attirava di più e quale invece non faceva proprio al caso suo. Da mamma mi sono sentita infinitamente sollevata nel realizzare che in questo percorso bellissimo quanto complicato avevo davanti a me lo specialista della crescita: Pietro. Non ho dovuto far altro che imparare ad ascoltare e a leggere le sue richieste, mettendogli a disposizione uno spazio a misura di bambino in continua crescita, oggetti e strumenti alla sua portata che gli consentissero di sperimentare la propria vita in totale sicurezza, senza quindi riversare su di lui ansie e paure da adulto.

In questo articolo di Alessia Salvini, tata & family coach montessori, ho riletto un po’ quella che è stata la nostra esperienza.

La lettura è davvero gradevole e sempre ricca di spunti interessanti!

Vivere nella propria quotidianità la relazione tra: libertà, concentrazione e ambiente.

 

Alla prossima!

Claudia

No Comments

Scrivi un commento